Un 2008 da dimenticare per la vendita delle auto, a cominciare dalle case automobilistiche europee." />
INSERISCI IL TUO ANNUNCIO GRATIS!


Un 2008 da dimenticare per la vendita delle auto

Un 2008 da dimenticare per la vendita delle auto, a cominciare dalle case automobilistiche europee. Opel, controllata dagli americani di General Motors, incassa un calo del 10% nelle vendite sul Vecchio Continente. Quanto agli aiuti di stato chiesti al governo di Berlino, sembra ancora presto per cantar vittoria. BMW. ha appena annunciato un calo del 26,4% delle sue vendite mondiali nel mese di dicembre. Sull’insieme del 2008, la contrazione è del 4,3%: un dato che eclissa i buoni risultati ottenuti dal marchio Mini. In calo è anche Renault, i cui volumi di vendita di auto nell’anno si sono ridotti solo del 4,2 per cento (l’anno scorso -4,8%) mostrando segni di ripresa; dalla sua, la produzione di veicoli a prezzi contenuti e a basse emissioni, compatibili con una serie di agevolazioni fiscali. Tra i costruttori di auto giapponesi, Nissan si prepara a lasciare a casa 1.200 impiegati allo stabilimento inglese di Sunderland, da dove escono i modelli Micra e Qashqai, e dove lavorano attualmente 5.000 persone. (Euronews)

 
 

Leggi gli altri redazionali